Turbolento Cycling Community

racconti & riflessioni

Cycling Community: più di un Cycling Club

Pedalare lo sterrato, abbandonare le strade battute, scoprire ed esplorare il poco noto e soprattutto l’ignoto. Affrontare le grandi salite. Questo è lo spirito Turbolento, lo stile e la filosofia in cui ogni vero ciclista Turbolento si riconosce. Sulle Strade Zitte, si è sempre saputo, “lo sterrato è sempre in agguato”.

Al giorno d’oggi questo modo di interpretare il ciclismo, la vita e di stare al mondo, coincide abbastanza con lo spirito gravel.
(spirito gravel è anche il nome di un gruppo di Rimini che non conosciamo personalmente, a cui ci unisce la passione per l’outdoor ciclistico)

Ci piace pedalare senza smanie di competizione, senza la frenesia di arrivare, perché il bello è sempre tra partenza e arrivo. Sapendo cogliere e accogliere, la sorpresa del percorso, attimo dopo attimo. Sempre con una sana curiosità e una inesauribile energia da dedicare a se stessi e agli altri. Sempre con la giusta dose di immaginazione e creatività

Questo è lo spirito in cui si riconosce la cycling community Turbolenta: 4.300 utenti registrati, di cui 220 tesserati nel 2022 come ciclo-amatori, ciclo-turisti, giovanissimi.

Ci prepariamo ora ad affrontare il 2023: sesto anno per la Chase the Sun Italia, settima Milano Gravel, terzo anno per il Grand Tour Lombardia, quarto anno per la Cycling School,  trentaduesimo anno Turbolento.

Cycling Community: quanti siamo?

Ma quanti tesserati sono passati da Turbolento in questi 32 anni? Non lo sappiamo. Centinaia di sicura, forse migliaia. Alcuni sono rimasti fedeli negli anni, alcuni fedelissimi sono con noi dalle origini, altri sono passati come meteore. Qualcuno, pochissimi per la verità, hanno deciso di abbandonare la bicicletta. Colpa nostra? Non sappiamo dirlo.

Peccato. Rinunciare alla bicicletta è un po’ come rinunciare alla felicità.

Non pochi quelli che hanno iniziato a pedalare con noi, anche se poi hanno scelto altre strade. Ma anche di questo siamo orgogliosi e anche questo è spirito Turbolento. Uno spirito che il fenomeno  gravel, sta amplificando. Uno spirito contagioso e che sta contaminando altri ambiti. Un modo di essere e di pensare che porta verso la solidarietà, la condivisione, la complicità, l’amicizia e speriamo, anche la pace

Se oggi siamo ancora “vivi e vitali” lo dobbiamo a tutti voi che ci seguite. Che partecipate alle nostre attività. Di certo non avremmo saputo fare tutto questo da soli. Continuiamo a farlo per voi, con voi e con le aziende partner, che non hanno mai fatto mancare il sostegno umano ed economico alle nostre iniziative. Riusciremo a continuare su questa strada? Confidiamo di si. Strada Zitta o Gravel Road che sia, il nostro spirito è on the road

Che si tratti di attività sportiva o mobilità, la bicicletta è un prodigio meccanico per creare emozioni. Rafforza il senso di appartenenza ai luoghi e all’ambiente che attraversiamo. Ci fa scoprire i nostri limiti e anche il modo per superarli.

Ci fa capire come gestire la fatica, imparando a non sprecare le nostre energie. In molti casi ad eliminare ogni forma di spreco. Ride your Future.

Daniela Schicchi

Marco Pastonesi

Paola Gianotti

Alberta Schiatti

Paolo Tagliacarne

Francesca Luzzana

Paolo Della Sala

Anna Salaris

Francesca T

Share This