fbpx

Pedalare è come suonare.

racconti & riflessioni
musica e biciclette

La musica nelle ruote

Pedalare è come suonare.

Una bella bici che va – canta Paolo Conte -, silenziosa velocità, sopra le distanze, le lontananze starà. Un silenzio lubrificato, roteante, fluido, anche futurista e d’artista.

Sto pedalando su una bici di fortuna, che invece cigola, stride, fischia. Difficile che una bici applauda, ma non è detta l’ultima parola, né l’ultimo suono. Però le bici, dove non raggiungono l’armonia, sono comunque musicali. Pedalare è come suonare.

Se la pedalata è rotonda, la bici è sinfonica e magari anche lirica, e la catena non si sente. Se la pedalata è quadrata, la bici è funky. Se la pedalata è di gruppo, la bici fa rap. Se la pedalata è solitaria, la bici è un cantautore. Se la pedalata è sofferta, la bici è un blues. In salita, potrebbe elevarsi a spiritual e gospel. In discesa, precipitare a boogie. A cronometro, trasformarsi in un rag. Stando sui pedali, si potrebbe fare dell’hip hop. Se la bici è in officina, niente di meglio che musica garage. La bicicletta è musica.

Chi pedala con le cuffie, si adegua a un ritmo, si adatta a un pentagramma, obbedisce a uno spartito. L’andatura – andante? andante con brio? – risponde alle percussioni. Chi pedala libero, ascolta la strada, sente la natura, ode il traffico, e così trasforma il paesaggio in note. Jazz, rock, opera: dipende.

Mi piace pensare al pedalare come al suonare. Una ricerca scientifica ha verificato che i musicisti riescono a sviluppare il cervello più di altri. Allora, dico io, anche i ciclisti. Con tutto il tempo che si passa fra accordi e clangori, fra acuti e stridori, fra scale e cigolii.

E se il cigolio non fosse della bici di fortuna, ma di un ginocchio logorato? Il vero ciclismo d’epoca è la sfida alla lombalgia e all’artrite.

Marco Pastonesi – Viva la Fuga!

leggi anche Cinelli Zydeco

Daniela Schicchi

Marco Pastonesi

Paola Gianotti

Alberta Schiatti

Paolo Tagliacarne

Francesca Luzzana

Paolo Della Sala

Anna Salaris

Francesca T

racconti & riflessioni
Londra in bicicletta, nelle micro birrerie artigianali dell’East End.
Londra in bicicletta, nelle micro birrerie artigianali dell’East End.

Londra in bicicletta, nelle micro birrerie artigianali dell’East End.

Cosa c’è di meglio di una pinta di birra dopo una giornata in bicicletta? Una pinta di birra artigianale prodotta in una microbrewery di Londra. Da non perdere la Ride London 100. La capitale britannica è sempre più bike friendly grazie alle nuovissime quietways...

Share This