Adotta un albero per Natale!

vivere sostenibile

Adotta un albero: bike4tree 2022x2022alberi

Come ogni anno addobbo il mio albero di Natale che prendo dal mio giardino per poi ripiantarlo dopo le festività di nuovo nel suo posto come mi ha insegnato la mia famiglia.
Nel giardino di casa dei miei genitori ci sono 2 pini spettacolari che ricordo ancora quanto erano piccoli la prima volta che mio papà li ha portati in casa per addobbarli con tanti festoni e tante palline colorate.
Ma l’albero di quest’anno ha un significato completamente diverso. Lo guardo in modo diverso. Lo ammiro con tutti i suoi aghi verdi anche in pieno inverno.
E’ affascinante quanto sia forte. Quanto sia resistente a tutte le intemperie.
E’ resistente come devo essere io quando attraverso il mondo sulla mia due ruote. Come deve essere un ciclista di fronte ad una salita. Al vento. Al freddo. Al deserto. Alle montagne. Ai suoi pensieri.
Per questo sono innamorata degli alberi. Perché assomigliano a noi ciclisti e perché ci permettono di ammirarli durante le nostre pedalate, in ogni stagione, su ogni strada, ad ogni uscita. Siamo circondati dagli alberi. Che ci rinfrescano d’estate. Che ci regalano emozioni con i loro colori d’autunno. Che rendono allegri in primavera. E che ci trasmettono pace in inverno quando sembrano addormentati.

Adotta un albero: pedalare per l’ambiente

Sono innamorata degli alberi come della mia bici che ho trasformato in ragione di vita da quando quell’8 di Marzo ho deciso di cambiare vita facendo il giro del mondo per diventare la donna più veloce ad aver circumnavigato il globo. Quella bici che mi ha permesso negli anni di fare esperienze incredibili in tutto il mondo. Di portare dei messaggi importanti come il diritto di pedalare per le donne afgane quando in pieno inverno sono partita da Milano per arrivare a Oslo e consegnare le firme per candidare la bicicletta al Premio Nobel alla Pace. O come quando ho raccolto i fondi per acquistare 100 biciclette che ho donato a 100 donne in Karamoja, Uganda. O ancora quando ho pedalato per 366km in casa durante il primo lock down per comprare 10.600 mascherine da donare a due ospedali piemontesi.
Ma soprattutto ogni volta che installo un cartello per il rispetto del ciclista sulla strada. La campagna che sto seguendo da anni insieme a Maurizio Fondriest e Marco Cavorso coinvolgendo i comuni italiani a installare i cartelli che indicano il superamento del ciclista ad un minimo di un metro e mezza di distanza. Un cartello di rispetto.

Adotta un albero: il progetto Bike4Tree 2022×2022 alberi

É dalla parola rispetto che nasce il mio nuovo progetto Bike4Tree: 2022×2022 alberi che ha l’obiettivo ambizioso di piantare 2022 alberi in Italia il prossimo anno.
Perché negli ultimi anni per il nostro Pianeta non abbiamo avuto alcun rispetto. E parlo di ognuno di noi. Perché ognuno è responsabile dei disastri che stanno accadendo. Con le proprie scelte quotidiane. Con i gesti di tutti i giorni a cui molto spesso si dà davvero poco peso ma che influiscono notevolmente sul nostro mondo. Tante volte non ne siamo neanche a conoscenza. Tante volte è più comodo ignorare. E altre volte ancora lo facciamo anche consapevolmente.
Ma noi siamo pedalatori. Pedalatori per gioco. Per professione. Per Sport. Per diletto.
Noi usiamo la bici perché ci fa stare bene. Ci fa tornare bambini. Ci permette di essere a contatto con la natura. Quella natura che abbiamo il dovere di proteggere con tante piccole azioni: dall’utilizzare di meno la macchina, al comprare in modo consapevole, al non sprecare l’energia, all’usare meno plastica.

Adotta un albero: goccia dopo goccia nasce un fiume

Io ho deciso oltre a quelle piccole grandi azioni di dedicare tutte le mie pedalate al rispetto del ciclista e alla piantumazione degli alberi. Ho chiesto aiuto ai ragazzi di Wow Nature che seguono la piantumazione degli alberi e la loro crescita per 5 anni. Perché chiaramente non è sufficiente piantare un albero ma è necessario seguirlo, curarlo e farlo crescere.
E oggi ho piantato il mio primo pino natalizio sotto la nevicata splendida che l’8 dicembre ci ha regalato e ho adottato il primo albero della campagna Bike4Tree: una bellissima quercia longeva e resistente da piantare nel Parco di San Colombano.

Chi volesse aiutarmi in questa campagna adottando o regalando un albero può cliccare qui e usare il codice sconto Wow-bike4tree, scegliere la zona in cui adottare l’albero e scaricare la mia cartolina di ringraziamento. Un piccolo grande gesto per noi stessi e per il Pianeta.

Paola Gianotti

 

Daniela Schicchi

Marco Pastonesi

Paola Gianotti

Alberta Schiatti

Paolo Tagliacarne

Francesca Luzzana

Paolo Della Sala

Anna Salaris

Francesca T

Le Turbolentenews & appuntamentivivere sostenibile
272 chilometri: Paola Gianotti alla Chase the Sun
272 chilometri: Paola Gianotti alla Chase the Sun

272 chilometri: Paola Gianotti alla Chase the Sun

        Dall’Adriatico al Tirreno inseguendo sé stessi, e il sole. 272 chilometri da costa a costa, da est a ovest, dall'alba al tramonto. Chase the Sun è questo. Non è solo una lunga, incredibile, faticosa e magica pedalata di 272 chilometri, da una costa...

Share This