Milano-CinqueTerre photogallery

racconti & riflessioni

Da Milano alle Cinqueterre in bicicletta.

Non contiamo più le volte che siamo andati da Milano alle Cinqueterre, pedalando. Con percorsi diversi, più o meno impegnativi. Quello che ci piace di più, ci porta a Pavia con piccole strade di pianura e da qui in Val Versa, poi a Bobbio con due scollinamenti e quindi risalendo la Val Trebbia e la Val d’Aveto fino alla Forcella. Dal Passo Forcella si scende verso il mare di Sestri e si risale al Bracco per tuffarsi di nuovo verso il mare di Levanto. Un sogno vero. Impegnativo, ma di grande soddisfazione. Di seguito il racconto fotografico di tre giorni e un pezzettino di felici pedalate in ottima compagnia.

Bene, ora che avete visto che si può fare, cosa aspettate a mettervi alla prova? Con noi scoprirete le piccole strade di campagna e di montagna, nascoste tra statali e provinciali, quelle che noi chiamiamo le Strade Zitte. Quelle che a pedalarci sopra, si dimentica anche la fatica, immersi nel paesaggio italiano. Tappe anche superiori ai 100km affrontate con calma, con le giuste pause, nutrendosi quanto basta, mantenendo sempre una andatura da conversazione per arrivare alla meta di giornata. Felici e neanche troppo stanchi. Si può fare!

 

Daniela Schicchi

Marco Pastonesi

Paola Gianotti

Alberta Schiatti

Paolo Tagliacarne

Paolo Della Sala

Anna Salaris

Francesca T

racconti & riflessioni
Roba di plastica

Roba di plastica

Stanchi, dopo un bellissimo giro di 110 chilometri, con due belle salite già nelle gambe, decidiamo di evitare gli ultimi quattordici chilometri nel traffico, affrontando una terza salita su strada zitta, per chiudere in modo piacevolissimo un gran bel giro. Sono...

X

SOSTIENI IL PROGETTO LE STRADE ZITTE

L’obiettivo è tutelare e valorizzare il paesaggio italiano. Se condividi la nostra visione, se scarichi le tracce dei percorsi proposti, se vuoi che Turbolento continui a creare nuove Strade Zitte per far conoscere l’Italia meno conosciuta, sostieni il nostro progetto con la tua donazione.

Dona ora
Share This