fbpx

Davide, Fabrizio, Giorgio, Lorenzo, Michele, chi alla sua prima esperienza sulla lunga distanza, chi già avvezzo a questo genere di corse-non-corse. In 5 hanno si sono iscritti, hanno partecipato, hanno concluso l’edizione 2022 della Rando Imperator, una delle più belle randonnè del mondo, in calendario con cadenza annuale, lungo la via Claudia Augusta. Ben organizzata da Witoor di Ferrara.

Davide ha concluso in poco meno di 25h, tempo incredibile che gli ha consentito di arrivare per primo nella bella piazza di Ferrara, che ha accolto poi tutti gli altri. Davide non è del tutto insolito a queste esperienze, come ci insegna (ogni anno) il suo arrivo a Tirrenia dopo i 272 km della Chase the Sun. E alla Imperator i km sono ben più del doppio…

Abbiamo raccolto dai 5, qualche impressione di viaggio che vi riportiamo di seguito. Caso mai voleste iscrivervi per il 2023.

…39 ore senza mai smettere di pedalare tranne per le brevi pause ai ristori e la pizza a Merano Sabato sera. La pioggia anche se leggera ci ha accompagnato per quasi tutto il tempo sin dalla partenza. Il percorso è stato bellissimo, quasi tutto su ciclabile e tanto sterrato. Ci vuole allenamento, ma qui la testa fa tutto, se ci credi veramente arrivi in fondo. E’ come vivere le emozioni di una settimana in due giorni, perdi completamente la cognizione del tempo, ti estranei totalmente dalla realtà, pedalare di notte poi con il ritmo costante delle gambe che girano, il sonno, la fatica, è come entrare in uno stato di trance, sarà stato il sonno ma io avevo quasi le allucinazioni.

Stupendo il tratto Austriaco della Claudia Augusta che già avevo fatto durante una vacanza estiva in bikepacking. Mozzafiato la discesa dal Resia su Merano (80km!!!), poi la ciclabile della Val Venosta e la ciclabile dell’Adige di notte che all’alba ti fa ritrovare a pedalare letteralmente in mezzo ai vigneti  di Ala Avio, il salitone di Affi (con la pioggia  dirotto) e la discesa su Lazise dove improvvisamente sbatti contro la ‘civiltà’ (si fa per dire) con il traffico, i pullman, Gardaland, il casino…era meglio la pioggia. Poi la drittissima ciclabile del Mincio (50 km noiosissimi) fino a Mantova (dove ci aspettava il risotto con la salsiccia ed il lambrusco!), infine gli 80km sull’argine del Po, infiniti, bellissimi e terribili, che da tanto volevo fare ma che ho veramente odiato: sempre con il vento contro e l’asfalto rovinatissimo e il temporale durato 6 minuti (che altro poteva arrivare dopo 600km nelle gambe?).

Infine l’arrivo a Ferrara attraverso la ciclabile Burana: una linea retta di 10km sparati all’interno di una galleria verde di pioppi tutta bianca come se avesse nevicato per via dei piumini (accidenti a loro, altra piaga del giorno!) e finalmente l’arrivo nella piazza del Castello di Ferrara di un colore arancione per il sole al tramonto (ah si, Domenica dopo mezzogiorno finalmente si è degnato).

All’arrivo rientri nella realtà, il gioco finisce e sei davvero felice e forse un po’ cambiato, perché sono convinto che queste esperienze un po’ ti cambiano. Ringrazio gli amici che hanno pedalato con me e che mi hanno dato supporto nei momenti di crisi (perché ci sono stati!) e perché le emozioni devono essere condivise. Ora sto guardando alla Parigi/Brest/Parigi del 2023 come ad un prossimo traguardo forse ora un po’ più raggiungibile, ma prima mi deve passare l’infiammazione al tendine di Achille……..e c’è il Tuscany tre 3 settimane!!! (Fabrizio)

…ho chiuso in 39 ore (e pacche sulle reciproche spalle con Fabrizio). Quello che mi viene in mente, in formato tweet, è la battuta del copilota di Sully, quello che fece atterrare in gennaio il suo aereo colpito da uccelli nell’Hudson senza vittime, quando durante l’inchiesta gli chiesero “potendo cosa avrebbe fatto di diverso?”, lui rispose “l’avrei fatto a luglio”…ecco io direi “l’avrei fatta più asciutta”. Ma tutto sommato dopo il km 440 il tempo è migliorato, quindi è giusto una battuta. (Michele)

…ho chiuso in 30:12 con 25h in movimento. Dopo aver inseguito o forse solo rallentato… Davide per 550km, a Mantova siamo crollati 🤣  É stata la mia prima lunga distanza in bici, ho ritrovato il mood positivo e di collaborazione delle ultratrail.. Ma anche la stessa fatica! (Giorgio)

Io ho fatto solo BZ-FE. Tempo totale 14:19, moving time 11:46. Ciao, che altro? (Lorenzo – ndr: solo? ma sono comunque più di 300km….) Alla prossima!

Share This