fbpx

Mattino presto a Morimondo

Milano / facile / 65 km / 150 D+

k

DESCRIZIONE

Un giro turistico in bicicletta alle porte di Milano. Con andatura sportiva si chiude in meno di 3 ore. Con passo più rilassato e magari un caffè lungo la strada, tra le 3 le 4 ore di piacevole paesaggio. Si fa spesso e ogni volta è un piacere. Come bere il caffè.

read more

Sembra incredibile, ma dopo tanti anni che pedaliamo sulle strade di casa nostra riusciamo a scovare ancora qualche variante inedita, come questo giro breve, che al mattino presto, d’estate, è ottimo come allenamento, veloce e nervoso. Suggeriamo l’uscita il più possibile sulle ciclabili esistenti per evitare il traffico di auto in ingresso in città.

L’Abbazia merita sempre una visita e al mattino presto il silenzio e la luce radente la rendono ancora più bella. Il piccolo bar affacciato sul bel prato-cortile però non apre prima delle nove, quindi per questa volta il caffè lo prendiamo in pasticceria a Gaggiano.

b

PROFILO TECNICO

Si esce dal Naviglio Grande, seguendo l’alzaia fino a Corsico, Trezzano e Gaggiano, a metà circa del tratto di alzaia ciclabile che porta ad Abbiategrasso, si volta a sinistra entrando in Vermezzo. Il percorso è ben segnalato dai cartelli della ciclabile per Rosate, quindi nessun dubbio: si seguono i cartelli.

read more

Si prosegue sempre su piccole strade verso Zelo Surrigone, quindi Gudo Visconti e infine Rosate. All’incrocio con la provinciale, o circonvallazione di Rosate, si prosegue ancora diritto, prestando molta attenzione al brutto attraversamento con arteria a traffico veloce. Dopo circa 600 metri sulla destra si prende la piccola strada che porta alla Cascina Contina e quindi alla Cascina Conca sul Naviglio di Bereguardo. Si supera la cascina Conca arrivando ad incrociare la statale 526, si va a sinistra in direzione Fallavecchia e Besate. Dopo un curvone verso sinistra la strada scende, piega a destra e qui sulla destra ritorniamo sulle nostre piccole strade in località “fosso morto”.
Al primo incrocio a destra, sulla sinistra si va alla Cascina Caremma, pedalando sulla piacevolissima, piccola e tortuosa strada nella valle del Ticino. Si supera la Cascina Cerina di sotto e di fronte alla seconda Cascina Cerina, quella di mezzo, si volta a destra, per arrivare, salendo, all’abbazia di Morimondo. Si intravede tra il verde del Bosco Vacaressino, la cima della torre campanaria.

Si riparte in direzione della statale 526 che si attraversa prendendo la piccola strada di fronte a noi che porta all’alzaia del Naviglio di Bereguardo, si volta a sinistra e poi sempre diritto fino ad Abbiategrasso. Si prosegue costeggiando sempre il canale su pista ciclabile fino al punto dove il Naviglio di Bereguardo si stacca o meglio “nasce” come derivazione del Naviglio Grande. Da qui si ripercorre tutta l’alzaia ciclabile, dritto dritto, fino a Milano. A Gaggiano, lungo il naviglio, prima del ponticello ciclo-pedonale, segnaliamo un ottimo panificio-pasticceria, per il caffè che non siamo riusciti a bere a Morimondo. Si attraversa quindi il ponte pedonale per rientrare in città lungo l’alzaia ciclabile, con il Naviglio Grande sulla nostra destra.

EFFETTUA IL LOGIN PER OTTENERE LA TRACCIA

I percorsi sono in costante aggiornamento tuttavia, per le più recenti modifiche alla viabilità locale, alcune indicazioni potrebbero non corrispondere alla nuova viabilità.

SOSTIENI IL PROGETTO LE STRADE ZITTE

L’obiettivo è tutelare e valorizzare il paesaggio italiano. Se condividi la nostra visione, se scarichi le tracce dei percorsi proposti, se vuoi che Turbolento continui a creare nuove Strade Zitte per far conoscere l’Italia meno conosciuta, sostieni il nostro progetto con la tua donazione.

BUONE PEDALATE - ENJOY YOUR RIDE