fbpx
Superclassica dell'oltrepo pavese, Penice e Brallo
Superclassica dell'oltrepo pavese, Penice e Brallo
Superclassica dell'oltrepo pavese, Penice e Brallo

SUPERCLASSICA DELL’OLTREPO – PENICE E BRALLO

Rivanazzano (PV) / medio / 86,50 km / 1100 D+

k

DESCRIZIONE

Superclassica dell’oltrepo pavese, la bellissima salita che porta al crinale di confine tra Lombardia, Emilia e Piemonte. Si parte quasi dalla pianura per arrivare al bosco di larici e abeti del Monte Penice.

read more

Il percorso è abbastanza facile e intuitivo, salvo per la prima parte, su una stradina secondaria, sconosciuta a chi non è pratico dei luoghi, che permette di evitare la strada statale di fondo valle SS461, tenendosi sulla sinistra orografica del torrente Staffora. Peccato per la gran quantità di moto nelle domeniche di bella stagione. Ma dobbiamo imparare tutti a condividere le strade.

Arrivati al Brallo, dritto davanti a noi il durissimo strappo che porta alla Cima Colletta e al Passo di Giovà, sulla sinistra la bellissima discesa in Val Trebbia e il Giro delle 4 Regioni.

b

PROFILO TECNICO

Si parte da Rivanazzano andando a cercare la piccola strada che risale la parte bassa della valle restando sulla sinistra orografica del fiume. Dal centro del paese (parcheggio, vari bar, ottima pasticceria) ci si dirige verso sud, C.so Repubblica o SP1, uscendo da Rivanazzano senza attraversare il ponte sullo Staffora.

read more

Al primo bivio “significativo” si prosegue sulla sinistra (Via Colombo) verso il centro di Salice Terme. Superato Salice si prosegue sempre paralleli al fiume evitando le molte diramazioni verso sinistra che ci porterebbero sulla statale, ma proseguendo sempre diritto lungo la sp105.
Si supera il bel castello di Montealfeo, quindi Ca’ di Lucca, poi Biagasco con la sua chiesetta romanica, Cecima e infine a San Ponzo Semola dove,  si deve passare sulla statale, pochi chilometri prima di Bagnaria e quindi Varzi.

Da Varzi in 16 km di bella salita si raggiunge il passo. Poco prima dello scollinamento (grande piazzale e ristorante), sulla destra si stacca la strada che tenendosi sul bel crinale, porta al Brallo. Lungo questa strada si incontra una vecchia trattoria, vale la pena di fare una sosta per un vero pranzo o solo per uno spuntino veloce, veloce…..

Dal crinale in pochi chilometri si scende al Passo del Brallo con ripida e veloce discesa, da qui sulla destra si scende in valle Staffora e quindi a Varzi. Bella e veloce la discesa e piacevole anche il rientro in fondo valle fino a Rivanazzano. Non raro dopo mezzogiorno un fastidioso vento contrario, lungo tutta la bassa valle.

I percorsi sono in costante aggiornamento tuttavia, per le più recenti modifiche alla viabilità locale, alcune indicazioni potrebbero non corrispondere alla nuova viabilità.

EFFETTUA IL LOGIN PER OTTENERE LA TRACCIA